Café HACIENDA-Caffè Gourmet Espresso


Café HACIENDA-Acquisto Caffè

IMG_0507.jpg




espresso.jpg

CAFE' HACIENDA
Importazione e tostatura Caffè 100% Pura Qualità Arabica d'Altura.

Un caffè accuratamente e specialmente tostato al migliore equilibrio tra tempi e temperature per bilanciare la fragrante acidità con l'ampiezza di gusto tipici dei puri arabica.
Qui puoi acquistare
una esclusiva miscela di Pregiati Caffè degli Altipiani Messicani, di sola Qualità Arabica d'Altura Lavati.

Caffè dal gusto morbido, rotondo e persistente. Il più raro caffè non comune!
* 1,2% Caffeina Naturale.

Introduzione della Tesi di Ricerca sul Caffè di Stefania Carini

All’inizio e per molti secoli era diffusa la convinzione che il caffè fosse solo un alimento eccitante e corroborante; i beduini pensavano addirittura che combattesse la sete, tant’è che schiacciando e impastando le bacche di caffè con del grasso, ottenevano dei pani da consumare durante i viaggi nel deserto e prima delle battaglie.
Possiamo, invece, sintetizzare così i vantaggi che una semplice tazzina di caffè può offrire durante la giornata: La mattina agisce soprattutto sui reni, i cui vasi sanguigni si dilatano. Viene in questo modo facilitata la formazione dell’urina e, quindi, l’eliminazione delle sostanze di rifiuto dell’organismo. Dopo pranzo è utile soprattutto per gli organi della digestione, facilitando la loro attività e quindi la digestione stessa. Il pomeriggio contrasta la fase discendente del ciclo sonno-veglia, il che è utile soprattutto quando si svolge attività fisica o sportiva. La sera, soprattutto se si ha l’abitudine di lavorare anche dopo cena, agisce sui centri cerebrali, attivando la fantasia, l’immaginazione e l’associazione di idee.


Brano tratto dalla Tesi di Ricerca sul Caffè di Stefania Carini

STORIA E ORIGINE DEL CAFFÈ.
Il caffè ha accompagnato l'evoluzione dell'uomo e la sua origine si perde nella notte dei tempi. In effetti, anche se in Occidente questa bevanda ha circa tre secoli di vita, in Oriente era diffusa a tutti i livelli sociali fin dai tempi più antichi. Le prime citazioni risalgono all'Ottocento, ma si trovano indizi di una misteriosa bevanda nera e amara con virtù eccitanti nelle antiche leggende arabe, anche se non è possibile individuare come ne sia avvenuta la scoperta e districarsi fra le storie vere e le leggende che circondano il caffè è un’impresa assai difficile soprattutto quando si vuole venire a capo della sua vera origine. La somiglianza del nome caffè con quello della provincia etiopica denominata "Kaffa" , hanno fatto supporre che l'arbusto sia originario di questa zona africana. Un'altra ipotesi suggerisce che l'origine del nome vada piuttosto ricercato nella parola araba "Kawek", il cui significato sarebbe "eccitante". Ma non è finita. Una curiosa storia che proviene dal lontano Yemen, narra di un pastore il quale, notò come le sue capre dopo aver brucato le bacche rossastre da un arbusto dal lucido fogliame erano diventate irrequiete ed eccitatissime; volle riferire l'accaduto ad un monaco di un vicino monastero portandogli un pò di queste bacche. Questi ne condannò l'uso gettandole nel fuoco, ma subito notarono l'aroma suadente che si sprigionava. A questo punto i semi abbrustoliti vennero pestati e portati ad ebollizione e se ne ricavò una bevanda amara, ma ricca di energia, tanto da alleviare sonno e stanchezza. Verità o leggenda? Nacque così il primo caffè? Difficile da stabilire, comunque sia avvenuta la scoperta, resta il fatto che la pianta del caffè nacque in Africa e da lì si diffuse nello Yemen, in Arabia e in Egitto, conquistando nel corso dei secoli a venire anche l'Europa e tutto l'Occidente. Certe sono però le prime evidenze scientifiche sui benefici effetti della bevanda e sulle sue qualità terapeutiche. La descrizione ci proviene dal filosofo e scienziato persiano, oltre che medico , Avicenna. Definito a ragione il più grande pensatore del mondo arabo del secolo XI, autore di un Canone di Medicina in cui viene codificata l’intera scienza medica degli arabi e degli antichi, Avicenna prescrive il caffè come medicamento.....(CONTINUA)


 

hit counter